Via Rossellini, 57021, Campiglia Marittima (LI)
info@toscana-eventi.com

Che tipo di consulenza scegliere?

Emozioni da Condividere

Che tipo di consulenza scegliere?

Per avere risultati occorre scegliere il tipo di consulenza adeguata ai propri bisogni e alle proprie necessità. La consulenza professionale deve essere sempre fornita in modo tale da assicurare la massima trasparenza nel rapporto fra fornitore e cliente attraverso una più efficace comunicazione, una più efficiente gestione del servizio e una valutazione delle prestazioni del servizio atteso e di quello erogato.

Prima di comprare domanda!

Prima di  comprare consulenza chiediti sempre: quali sono le competenze del consulente? Ho tutte le informazioni per valutare il servizio? Come posso valutare l’efficacia della consulenza? Posso avere in ogni momento il controllo del lavoro del consulente? Quali valori mi legano al consulente? Il consulente è in grado di adattarsi e di capire il mio contesto? E’ flessibile?

Quale tipo di consulenza?

La consulenza si esplica con modalità diverse in funzione degli obiettivi da raggiungere e della realtà imprenditoriale che caratterizzano il contesto in cui si andrà ad operare.

Consulenza progettuale studio e progettazione finalizzati al raggiungimento di specifici obiettivi.
Consulenza di processo analisi di processi operativi, al fine di migliorarne l’efficienza e l’efficacia.
Assistenza alla realizzazione azione di affiancamento al personale del cliente, nella implementazione di un progetto di consulenza.
Consulenza “ad personam” attività con la quale si consiglia l’imprenditore o l’alta direzione circa le decisioni da adottare su problemi specifici.
Counseling attività che consiste nell’affiancamento, da parte del consulente, a persona del cliente, per assisterla nell’affrontare il cambiamento, nel partecipare attivamente al processo decisionale e quindi nell’acquisire competenze comportamentali e relazionali.
Coaching attività personalizzata di formazione e assistenza all’implementazione delle conoscenze acquisite, finalizzata allo sviluppo di un dipendente, per la sua preparazione a ricoprire un nuovo ruolo o a migliorare la gestione del ruolo già ricoperto.
Tutoraggio attività di consulenza progettuale e di contemporanea formazione e affiancamento per l’avvio e/o il consolidamento di nuove imprese.
Docenza attività di trasferimento di conoscenze culturali, tecniche e comportamentali.
Guida all’autoformazione attività di formazione, tesa a valorizzare elementi di sviluppo o innovazione o a fare emergere elementi di criticità organizzativa e/o processuale ed i suggerimenti di azioni atte a rimuoverli.

Richiedi una consulenza gratuita

 

Rispondi